Case History

Convention FIRMA: The unconventional approach

18/03/2019, Lingotto di Torino

L'evento: 

Dal 1 al 4 Ottobre si è svolta al Lingotto di Torino l’edizione 2018 della Convention annuale FIRMA, industria farmaceutica consociata del Gruppo Menarini

Oltre 170 partecipanti da tutta Italia sono intervenuti all'evento in cui per 4 giorni le sessioni di lavoro si sono alternate a momenti di intrattenimento, formazione e team building.

La Convention è stata connotata come viaggio immersivo nel mondo del Rugby, il gioco di squadra per eccellenza, lo stesso che si è venuto a creare dall’incontro di sinergie e competenze trasversali da parte di una filiera di fornitori uniti verso la meta come il claim scelto per l’evento.



Obiettivo del progetto:              

Il Cliente si aspettava una proposta moderna e creativa che esaltasse le doti umane del team FIRMA, ne promuovesse lo spirito di squadra e motivasse i propri dipendenti divertendoli.


Il team creativo 

Per elaborare questa proposta abbiamo assemblato un pool creativo coinvolgendo  due aziende complementari: un’ agenzia di comunicazione: Sinkrasia che ci ha supportati nella proposta formativa e di comunicazione e SSD LAB con cui abbiamo ideato e messo in opera la proposta di allestimento scenografico.


Il Concept 

Abbiamo scelto il rugby come metafora del vero e autentico gioco di squadra: uno sport in cui si va sempre avanti passandosi la palla all’indietro e la cui forma della palla convenzionalmente non sferica prende traiettorie imprevedibili. 

Un gioco duro, giocato con estremo fair-play, da considerarsi pertanto come lo sport di squadra per eccellenza sia da un punto di vista di gioco, che fisico. In più, il raggiungimento della meta (il target aziendale) prevede il placcaggio (il superamento degli avversari) attraverso l’analisi del gioco (il resto del mercato) e la scelta della migliore strategia. 



La soluzione offerta 


Per dare vita a questo progetto abbiamo costruito un vero e proprio campo da rugby sul palco con uno schermo inserito all’interno di una porta da gioco.

Per rendere il tutto più realistico, due atleti dei New Zealand All Blacks, accompagnati da una danzatrice e un danzatore Maori, hanno dato il benvenuto agli ospiti e, una serie di palloni da rugby con logo FIRMA hanno intrattenuto e animato le attività di team building. 


Come attività di team building ai partecipanti è stato richiesto una personale interpretazione del rito HAKA. Attraverso la metafora della danza HAKA, danza motivazionale di guerra, i dipendenti FIRMA si sono sfidati nell’elaborare la propria personale danza connotandola di elementi propri del bagaglio esperienziale aziendale. 



Il risultato 

 

Il Concept dell’evento e le attività di team building sono riuscite nell’intento di coinvolgere e ad emozionare dipendenti, collaboratori e vertici aziendali che hanno riconosciuto in maniera entusiastica il valore del team che ha progettato e acceso la Convention.


La Direzione FIRMA ha apprezzato la trasposizione dei valori della convention nella metafora del rugby: motivazione, rispetto reciproco e lavoro di squadra.


Agire come una filiera orizzontale e non verticale, come solitamente accade, ha apportato numerosi benefici come la velocizzazione dei tempi di sviluppo attraverso la condivisione totale del progetto dalla sua genesi alla realizzazione;  la razionalizzazione dei costi di allestimento scenografico grazie alla perfetta integrazione con la tecnologia e last but not least la creatività, risultato del forte coinvolgimento emotivo in un progetto in cui ognuno si è sentito attore principale e non mero esecutore di un capitolato di servizi.




X
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.